​Come Funziona il WiFi in Volo?

ottobre 5, 2018


Non è da tanto tempo che tutti i dispositivi debbano essere spenti durante partenza e atterraggio e che l’uso dei telefonini non sia consentito durante i voli. Nonostante ciò, negli ultimi anni, sempre più compagnie aeree stanno riducendo queste regole e molte hanno iniziato ad offrire il Wifi in volo.

Ti sei mai ritrovato controllando lo stato di Facebook o chattando su WhatsApp mentre ti trovi sopra le nuvole in viaggio verso la tua prossima vacanza e all’improvviso hai iniziato a pensare come fosse possibile essere connessi lassù? Qui, analizzeremo come funziona – così la prossima volta lo saprai.

Come funziona?

In breve, ci sono due sistemi che funzionano in parallelo che ti consentono di essere connesso mentre sei in volo. Il prima sistema usa le reti di torri a terra che inviano dei segnali che vengono catturati da dei ricevitori posizionati al di sotto della fusoliera dell’aereo. Questo sistema trasforma l’aeromobile in un hotspot volante, consentendo agli utenti di connettersi. I tuoi dati vengono spediti dall’aereo direttamente a terra.

Mentre l’aereo viaggia, si connette alla torre più vicina, cambiando dall’una all’altra durante il volo. Immagina di camminare lungo una strada in cui hai le password Wifi di tutti i bar presenti nella via; come cammini, il tuo telefono si connette automaticamente a un nuovo segnale ogni volta che lo raggiungi. L’aereo è una versione ingigantita di questo, che fornisce connessione ai passeggeri mentre passa sopra le torri sotto.

 

1. Le antenne Wifi posizionate nella cabina ricevono i segnali dai passeggeri

2. I segnali vengono inviati ai server sull’aereo

3. Un’antenna esterna trasmette il segnale a un satellite che fornisce copertura appoggiandosi a una stazione di accesso satellitare a terra.

4. Se è presente copertura i segnali possono essere inviati direttamente alle torri a terra che coprono le aree maggiormente trafficate dagli aerei come i maggiori centri e rotte.

5. Una volta a terra, le informazioni vengono inviate attraverso un “meet-me-point” prima di arrivare a destinazione.

Puoi utilizzarlo sopra l’oceano?

Il problema di questo sistema è che mentre voli sopra grandi aeree oceaniche o sopra dei luoghi remoti, non ci sono torri per connettersi e il Wifi non si può usare. Questo è il caso in cui si attiva il secondo sistema.

Quando non ci sono torri disponibili, il Wifi in volo passa a un sistema di tipo satellitare basato sui satelliti che ruotano in geo-sincronia con l’orbita sopra – questo significa che mentre il pianeta ruota, il satellite rimane nello stesso punto fisso sopra la Terra in ogni momento.

In un certo senso, può essere visto come avere una rete di torri in cielo. Come l’aereo viaggia, sta connesso a quella più vicina tramite l’antenna, che si trova sopra la fusoliera. Con questo sistema, i dati del tuo dispositivo non possono essere spediti direttamente a terra, ma vengono inviati al satellite che li spedisce giù verso la Terra.

Perché è così lento?

wifi in volo Traveleres Wifi

Una delle prime compagnie a offrire Wifi in volo è stata Gogo. Il loro servizio è stato lanciato sui voli Virgin America nel 2008, poco dopo l’arrivo del primo iPhone. In quegli anni, non tante persone avevano uno smartphone e solo poche persone avevano necessità di connettersi in volo al servizio – quindi nel 2008, la velocità di 3 Mbps era sufficiente.

Nonostante ciò, dopo dieci anni di rapida crescita è raro che non ci sia un passeggero che porti con sé un tablet, smartphone o laptop, e le nostre necessità di connessione sono superiori. Quando ci connettiamo al Wifi non vogliamo soltanto inviare delle email, ma vogliamo essere in grado di vedere film in streaming, giocare o effettuare delle chiamate online – dai un’occhiata a questo articolo su come sfruttare le chiamate online.

Il problema è che – come puoi immaginare – è molto più costoso aggiornare i sistemi basati sui satelliti che quelli a terra, quindi la tecnologia è rimasta indietro. Attualmente, la velocità offerta per i servizi Wifi in volo è molto più bassa di quella a cui siamo abituati a casa o in ufficio e il numero di utenti su un aereo è un altro problema.

Quanto costa?

Con alcune rare eccezioni in cui viene fornito gratuitamente, utilizzare il Wifi in volo è più costoso di quanto siamo abituati a spendere. Quando siamo a terra, ci siamo abituati a bar, ristoranti, hotel e ostelli che offrono Wi-Fi gratis, eccetto che, paradossalmente, in alcuni hotel di lusso, in cui spesso decidono di far pagare ai clienti dei costi esorbitanti.

Negli aerei, tuttavia, questi prezzi sono più che giustificati. Come già menzionato, il sistema satellitare è costoso da configurare e mantenere e le antenne sopra e sotto la fusoliera riducono l’aerodinamicità, aumentando i costi di carburante per il volo. Tutto questo viene addebitato ai passeggeri, motivo per cui il Wifi in volo può essere costoso. Il Nord America ha le migliori infrastrutture al mondo ed è l’area meno costosa in cui connettersi in volo, ma anche l’Europa si sta avvicinando.

Che cosa possiamo aspettarci in futuro?

wifi in aereo travelers wifi

Ci sono continui  sviluppi da entrambe le parti dell’Atlantico. Gogo sta per lanciare il servizio 2Ku, che promette maggiore affidabilità e connessioni molto più veloci. Dicono che saranno in grado di offrire fino a 70 Mbps in certe condizioni, molto di più di quanto alcuni sistemi a terra siano in grado di offrire, tuttavia, per il momento, la velocità attuale è molto inferiore

In Europa, Deutsche Telekom e Inmarsat stanno collaborando con Nokia per sviluppare qualcosa conosciuto con il nome di European Aviation Network, un sistema di Wifi in volo ad alta capacità disponibile per tutti i membri dell’EU, più Svizzera e Norvegia. Il sistema, che utilizza torri a terra e satelliti in geo-sincronia è ancora giovane, ma è già stato scelto da diverse compagnie europee (vedi lista sotto).

In breve, ci sono degli investimenti per sviluppare dei sistemi di Wifi in volo, e nei prossimi anni, ci sarà maggiore affidabilità e velocità di connessione. Nel futuro prossimo, la breve tregua che un volo offre dal mondo digitale sempre connesso sarà una cosa del passato.

Resta connesso mentre viaggi

Sia che tu decida o non decida di sfruttare l’occasione di prendere un volo per disconnetterti, quando raggiungi la tua destinazione, vorrai di certo una connessione internet veloce e affidabile in ogni momento. Clicca qui per scoprire le nostre soluzioni Wifi portatili che ti offrono internet ad alta velocità mentre viaggi.

Lista delle compagnie aeree che offrono servizi di Wifi in volo

Ecco alcune delle compagnie aree che offrono ai clienti la possibilità di connettersi al Wifi nei cieli:

  • Air Lingus**
  • Aeroflot
  • AirAsia
  • Air Canada
  • Air China*
  • Air Europa
  • Air France
  • AirTran
  • Alaska Airlines
  • Alitalia
  • All Nippon Airlines
  • American Airlines
  • Ana
  • British Airways**
  • Cebu Pacific Air
  • China Eastern Airlines
  • Delta Airlines
  • Egypt Air
  • Emirates*
  • Etihad
  • EVA Air
  • Finnair
  • Garuda Indonesia
  • GOL Linhas Aereas Inteligentes
  • Gulf Air
  • Hong Kong Airlines*
  • Iberia**
  • Icelandair
  • Jal
  • JetBlue*
  • Lufthansa**
  • Libyan Airline
  • Malindoair
  • Mango Airlines
  • Nok Air*
  • Norwegian*
  • Oman Air
  • Philippine Airlines (PAL)*
  • Qatar Airways
  • Ryanair
  • SAS
  • Saudi Arabian Airlines
  • Singapore Airlines
  • Southwest Airlines
  • TAM
  • TAP Portugal
  • Thai Airways
  • Turkish Airlines*
  • United
  • US Airways
  • Vietnam Airlines
  • Virgin America
  • Vueling**
  • Westjet

*Indica le compagnie aeree che offrono Wi-Fi gratis per alcune destinazioni

**Indica le compagnie aeree connesse all’European Aviation Network per alcune destinazioni

Back to Blog